Book Creator

IL RISVEGLIO DI GREGOR

by MARIACONCETTA MONTEVERDE

Cover

Loading...
IL RISVEGLIO DI GREGOR
Loading...
INIZIO
Un mattino Gregor si sveglia e si trova trasformato in un grosso insetto. Gregor è sdraiato sul letto appoggiato sulla schiena dura come una corazza: se alza un po' la testa riesce a vedere la sua pancia marrone. In cima alla pancia c'è la coperta che sta per cadere per terra. Davanti agli occhi Gregor vede le gambe che si muovono: sono molto più numerose di prima, ma molto sottili.
<< Che cosa è mai successo?>> pensa Gregor.
Gregor non sta sognando : è in camera sua, in una normale camera da letto, anche se un po' piccola. Sul tavolo ci sono dei pezzi di tessuto che Gregor usa per il suo lavoro.
SVOLGIMENTO
Gregor guarda verso la finestra, vede che c'è un brutto tempo, sente che piove e diventa triste.
<<Posso dormire ancora un po'per provare a dimenticare queste cose strane>> pensa Gregor. Così prova a mettersi sul fianco destro per dormire , ma ogni volta si ritrova sempre a pancia in sù. Gregor prova almeno cento volte e chiude gli occhi per non vedere le piccole gambe che si muovono.
A un certo punto smette perché sente un dolore sul fianco che non m ha mai provato prima. Gregor alza lentamente la testa e scopre il punto dove gli fa male: è coperto di tanti puntini bianchi. Gregor prova a toccare in quel punto con una delle gambe, ma la tira via subito perché sente freddo. Allora Gregor si mette ancora a pancia in sù.
Ad un certo punto Gregor sente bussare alla porta dietro il letto. -Gregor! Sono le 6.45, non devi partire? - dice la mamma.
<<Dolcissima voce quella della mamma!>> pensa Gregor.
Quando sente la propria voce, però, Gregor prova un senso di orrore: è sicuramente la sua voce di prima, ma mescolata a un suono diverso.
Gregor dice solo: -Sì, sì, grazie mamma, mi alzo subito.
La mamma si accorge che la voce di Gregor è cambiata e va via.
SVOLGIMENTO
Gli altri familiari di Gregor, però, si accorgono che lui è ancora in casa. Il papà bussa a una porta e chiede: - Gregor , Gregor! Cosa succede?
Intanto, ad un'altra porta, si sente la sorella che dice: - Gregor! Non stai bene? Ti serve qualcosa?
- Ecco, sono pronto - risponde Gregor.
Il padre torna a fare colazione, ma la sorella dice piano: -Apri, Gregor, ti prego. Ma Gregor non apre la porta ed è contento che le porte sono chiuse a chiave.
Gregor vuole alzarsi tranquillo, vestirsi e soprattutto fare colazione: solo dopo aver fatto tutto questo può pensare al resto.
Gregor toglie la coperta senza difficoltà. Ma lì iniziano i guai, specialmente a causa del suo corpo molto largo. Per alzarsi Gregor deve appoggiarsi sulle braccia e sulle mani, ma al posto di queste ha tante piccole gambe.
Gregor cerca di uscire dal letto prima con la parte sotto del corpo: ma fa fatica a muoversi. Allora si butta avanti, ma picchia forte contro il letto e sente molto male.
CONCLUSIONE
Gregor allora gira la testa con molta attenzione verso la sponda del letto. Poi sposta anche tutto il resto del corpo. Ma quando si trova con la testa fuori dal letto Gregor ha paura di cadere per terra e farsi male. E non può svenire proprio adesso: meglio rimanere a letto.
PrevNext