Book Creator

La Leggenda di Colapesce

by maria simona salvia

Cover

Loading...
Loading...
La leggenda di Colapesce
Loading...
Nicola, detto Cola, era figlio di un pescatore che viveva a Messina.
Cola era un vero amante del mare, tanto da passare le sue giornate a nuotare, come un pesce.
Non a caso venne soprannominato Colapesce.
La madre passava le giornate a chiamarlo dalla riva, ma Colapesce non riusciva mai ad allontanarsi dal mare. Quando riemergeva raccontava le meraviglie che vedeva sott'acqua. Spesso riusciva a trovare anche tesori preziosi.
Un giorno la madre, arrabbiata, gli disse:
-Se non esci dall'acqua, possa tu diventare pesce!
Colapesce non ubbidì e da quel giorno divenne mezzo pesce.
La sua fama giunse fino al re Federico II che era di passaggio nelle acque di Messina e volle conoscerlo e sfidarlo.
- Voglio vedere cosa sai fare! E gettò una coppa d'oro in mezzo al mare. Colapesce la recuperò subito.
-Adesso voglio che tu recuperi la mia corona! Disse allora l'imperatore lanciando la corona nelle acque più profonde.
Colapesce scese in fondo al mare e riemerse poco dopo con la corona.
Spostandosi ancora più a largo, l'imperatore sfidò di nuovo Colapesce gettando in acqua il suo anello d'oro.
Ma quella volta Colapesce non riemerse!
La leggenda racconta che Colapesce abbia visto tre colonne su cui si appoggia la Sicilia e una delle tre, vicina all'Etna, rovinata dal tempo e dalle fiamme del vulcano. Si pensa che Colapesce per salvare l'isola sia rimasto sott'acqua a sorreggere la colonna pericolante e che riemerga ogni 100 anni per guardare la bellezza della sua terra.
PrevNext