Book Creator

Presentazione dell'alunno seguito nel percorso di tirocinio diretto

by Maria Rosaria Lofaro

Cover

Loading...
Loading...
TECNOLOGIE APPLICATE ALLA DIDATTICA
PROF. MASSIMILIANO LO IACONO
Loading...
CORSISTA LOFARO MARIA ROSARIA
Loading...
La Mia Alunna
Loading...
A
S
I
A

Loading...
ISTITUTO D'ISTRUZIONE SUPERIORE " L. NOSTRO-L. REPACI"
VILLA SAN GIOVANNI ( R.C.)
Cod. Mecc. RCIS03600Q
e-mail rcis03600q@istruzione.it - pec.rcis03600qpec.istruzione.it
Via Garibaldi, 75- 89018- Villa San Giovanni( RC) Tel. 0965499481
L'istituto ponendosi all'avanguardia per metodologie didattiche innovative e per le nuove tecnologie utilizzate, svolge la sua funzione educativa al passo con una realtà in continua evoluzione fornendo allo studente una solida formazione culturale professionale ed umana .

Sedi staccate : via Zanotti bianco
Indirizzi: licei linguistico, scienze umane, economico aziendale
Contesto classe e relazione

L'alunna frequenta la classe 1A del liceo classico, indirizzo scienze umane. La classe è composta da 12 ragazze. Asia, essendo una ragazzina alquanto introversa e particolarmente sensibile ha avuto all'inizio dell'anno scolastico qualche difficoltà ad integrarsi appieno nel contesto classe, e ad interagire con i compagni. Il comportamento è rispettoso nei confronti delle compagne e del corpo docente. Con il trascorrere delle settimane si è instaurato un rapporto di fiducia e d'intesa sia con il docente di sostegno che con i docenti curriculari. Anche perché l’insegnante promuovere l’interesse e la partecipazione di tutte le allieve nei confronti delle attività di classe per stabilire un produttivo ambiente di lavoro.
Le lezioni si svolgono in modo funzionale all'apprendimento, cosicché ogni allievo possa trovare le giuste attenzioni educative e didattiche
soddisfacendo i propri bisogni personali.

Si respira all'interno della classe un clima positivo in cui ciascuno si sente accettato come persona nella sua interezza, con i suoi punti di forza e con i suoi punti di debolezza senza alcuna svalutazione precostituita.
Presentazione alunno
Asia è figlia unica, i genitori sono separati e lei vive con la madre e il suo nuovo compagno. I rapporti con il padre sono superficiali e sporadici, nonostante ciò Asia vive serenamente la sua situazione familiare. Si è trasferita in Calabria da circa quattro anni e questo cambiamento ha influito notevolmente sulla sua area emotiva. Asia ha dovuto riadattarsi a nuovi contesti ambientali e scolastici.
E' una ragazzina molto timida e insicura e questo non le permette di affrontare tranquillamente le diverse situazioni. Non ricerca spontaneamente la relazione e tende a stabilire rapporti solo con poche compagne. La scuola rappresenta per lei l'unico luogo di confronto con i pari poiché solo da poco tempo ha iniziato a praticare attività sportiva.
Diagnosi funzionale
La Diagnosi Funzionale è un atto sanitario medico legale che descrive la compromissione funzionale dello stato psico-fisico dell’alunno in situazione di handicap (D.P.R. 24/02/1994). La diagnosi funzionale mira ad individuare:
  • l’insieme delle disabilità e delle difficoltà derivanti dalla menomazione stessa o derivanti da contesti sociali e culturali;
  • il quadro generale delle capacità (con particolare attenzione alla recuperabilità ed ai residui funzionali);
  • le potenzialità di sviluppo sulle quali elaborare un successivo intervento educativo.
L’obiettivo della diagnosi funzionale è quello di fornire un quadro clinico in grado di orientare interventi di tipo riabilitativo, terapeutico ed educativo-didattico, che sia condiviso dalle diverse figure professionali coinvolte.
Asia, ha un ritardo cognitivo di grado lieve, corrispondente al codice ICD-10 F70. Si evidenziano importanti cadute della capacità di astrazione . Si riscontrano difficoltà di memoria nel processo di apprendimento, in particolare risulta inficiata la memoria di lavoro, quindi l'incapacità di memorizzare nuove informazioni.

PrevNext