Book Creator

Progetto Agenda 2030

by 2^ B

Cover

Loading...
MANGIAMOCI I PROBLEMI

Il 25 settembre 2015, i 193 paesi membri dell’Onu hanno adottato l’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile, cioè un programma d’azione per le persone, il pianeta e la prosperità, strutturato in 17 obiettivi.
Per sviluppo sostenibile si intende vivere nei limiti di un solo pianeta in maniera equa e dignitosa sia per noi sia per le generazioni future, e cercando di soddisfare i bisogni del presente senza compromettere la capacità delle future generazioni di soddisfare i propri bisogni.
Per raggiungere uno sviluppo sostenibile è importante armonizzare tre elementi fondamentali: la crescita economica, l’inclusione sociale e la tutela dell’ambiente.
Sfide:
·   Perseguire il rafforzamento della pace universale, riconoscendo che sradicare la povertà è la più grande sfida globale, requisito indispensabile per lo sviluppo sostenibile.
·   Sbloccare tecnologie in grado di utilizzare le energie rinnovabili (come il vento, il sole, l’acqua...) senza usare le fonti di energie esauribili (come il metano, il petrolio...).
Partendo da questi presupposti la classe II B della Scuola Secondaria ha pensato di dar vita ad un fumetto per approfondire tre dei diciassette obiettivi dell’Agenda 2030 :
·   Obiettivo 2 : fame zero;
·   Obiettivo 3 : salute e benessere;
·   Obiettivo 12 : consumo e produzione responsabili.
INTRODUZIONE
La classe ha creato quattro personaggi, ognuno dei quali rappresenta un “problema” per sensibilizzare sugli obiettivi scelti.
I personaggi hanno tutti caratteristiche fisiche e caratteriali in contrapposizione.
Il problema della fame in determinati paesi del mondo è rappresentato da Labaan; lo spreco del cibo da Gianmarco; l’anoressia da Ester; mangiare sano per tenersi in forma da Cecilia.
Questi personaggi hanno condotto noi ragazzi ad una profonda riflessione sui temi dibattuti che, molto spesso, sono soggetti a facili e banali interpretazioni.
Con Labaan abbiamo rivolto lo sguardo al reale problema della fame del mondo. Milioni di persone ne soffrono e molti muoiono mentre, in molte parti del mondo, finiscono nella spazzatura tonnellate di cibo come ci ha fatto capire Gianmarco.
I messaggi di Ester e Cecilia sono anch’essi molto attuali e riguardano il rapporto che ognuno di noi ha con il cibo. Il nostro approccio con il cibo dovrebbe essere sano e regolare e non fatto di eccessi e sregolatezza.
L’augurio di noi ragazzi è che il mondo possa cambiare verso uno stile di vita più sostenibile mettendo fine all’eccessivo sfruttamento delle risorse del nostro pianeta.
Quattro compagni delle medie dopo essersi divisi in scuole diverse decidono di passare una serata insieme per vedersi e raccontarsi quello che era successo durante l’estate appena finita. Si danno appuntamento al MCDONALD'S di via Trinchese a Lecce in una fresca serata settembrina...
...arriva per prima Ester con la sua insostituibile felpa di qualche taglia in più per nascondere il proprio corpo che si restringe sempre di piU'. Lei ha sempre avuto uno strano rapporto col cibo ma durante l’estate, vedendo continuamente ragazze dal fisico perfetto in spiaggia, la malattia si era aggravata.
Subito dopo arriva Labaan accompagnato da Cecilia. i due sono inseparabili tanto da aver scelto lo stesso liceo. Labaan E' un ragazzo originario del Congo adottato da una famiglia italiana quando aveva 10 anni e tolto alla guerra civile. La compagna con cui ha legato fin da subito a scuola e' stata Cecilia, simpatica ragazza leccese appassionata di danza, di buona forchetta, ma propensa a tenersi in forma.
Si erano giA' seduti senza aspettare Gianmarco, ragazzino viziato ma tutto sommato simpatico, perchE' erano abituati al suo ritardo. Lui proviene da una ricca famiglia leccese, ha i capelli spazzolati all'indietro e il Rolex del nonno dal quale non si separa mai.
ADESSO CHE CI SIAMO TUTTI POSSIAMO ORDINARE QUALCOSA! IO STO MORENDO DI FAME!
GRAZIE PER ESSERTI SCUSATO PER IL RITARDO!
SIAMO ABITUATI AL TUO BON-TON!
BELLA RAGA!
Speech Bubble
Speech Bubble
Speech Bubble
Speech Bubble
PrevNext