Book Creator

Legami

by Antonella Guglielmi

Pages 2 and 3 of 5

Loading...
Loading...
 Eros non era bello ma amava l’avvenenza. Questo giacché era stato concepito la notte dei festeggiamenti per la nascita di Afrodite, appunto la dea della bellezza. Egli era figlio di due divinità totalmente opposte. Penia, la povertà, e Poros, l’espediente, colui che sa come procurarsi ricchezza.
Penia, stanca di essere allontanata da tutti, di vestire di stracci e di dover frugare nella spazzatura per poter mangiare, fuori dal banchetto, notò Poros, ubriaco. Decise di sedurlo cercando di avere un figlio da lui, in modo da ottenere con questo bambino qualche vantaggio anche per se stessa.
Fu così che nacque Eros, perennemente inquieto, combattuto tra le nature opposte dei suoi genitori. Egli sapeva come conquistare fama e ricchezza poiché aveva ereditato l’arguzia dal padre, ma era destinato a perdere tutto quello che otteneva, perché era figlio della povertà. La sua nudità costante serviva a ricordargli della miseria da dove proveniva e il non avere fissa dimora, dormendo ogni notte sotto le stelle, doveva rammentargli che in qualsiasi momento poteva perdere tutto. Le sue vicende erano sempre uguali. Quando Eros toccava il fondo iniziava il cammino di risalita. Destinato tuttavia a non poter godere di quella beatitudine per sempre.
Loading...

You've reached the end of the book

Read again

Made with Book Creator