Book Creator

I gruppi marginali

by Luca Bove

Pages 2 and 3 of 11

Loading...
Violenze illustri
Loading...
Loading...
Alcuni dei casi di femminicidio e violenze più famosi dell'antichità Romana.
Loading...
Lucrezia, Virginia e Poppea.
Loading...

In più:
Poppea
Comic Panel 1
Loading...
CAPTION At malesuada nisl felis sit amet dolor. Duis ultrices semper lorem nisl felis sit. At malesuada nisl felis sit amet dolor nisl felis.
Loading...
Virginia
Comic Panel 1
Loading...
Lucrezia Collatina
Loading...
Virginia, invece, fu vittima di Appio Claudio, patrizio facente parte dei decemviri, il quale rapì la giovane e dichiarò che Virginia fosse sua schiava. Il caso venne portato in tribunale dove scoppiò un tumulto che portò il padre della ragazza a ucciderla per liberarla.
L’omicidio avvenne nel sacello di Venere Cloacina, un tempietto dedicato alla dea dell’amore fisico; questo tempio portava l’aggettivo “Cloacina” che era collegato al concetto di purificazione. La morte della ragazza provocò moltissimo scalpore tra la plebe romana che si ribellò e cacciò i decemviri.
Comic Panel 1
Comic Panel 1
Loading...
Due episodi importanti della storia di Roma antica: la cacciata dei re e la fine del potere tirannico dei decemviri capeggiati da Appio Claudio e incaricati di scrivere le tavole delle leggi, accadono in seguito ad atti di violenza compiuti su donne. Nel primo caso la vittima è Lucrezia, nel secondo Virginia.
Livio racconta i due episodi nel I libro della Storia di Roma (Ab urbe condita)

Loading...
Lucrezia, moglie di Collatino, fu vittima del desiderio di Sesto Tarquinio, figlio del re Tarquinio il Superbo. Costui, attraverso minaccia di morte, riuscì ad abusare della donna che, in seguito, avvertì il marito e il padre di quanto avvenuto, per poi uccidersi. L’evento suscitò talmente tanto scalpore che ne nacque una rivolta che decretò la fine dell’età monarchica.
Loading...
Poppea fu la moglie dell’ultimo imperatore della dinastia Giulio-Claudia, Nerone. In poche righe lo storico Tacito racconta di come la donna sia morta di parto prematuro causato da un calcio inflittole dal marito durante uno sfogo d’ira. Tacito racconta che il corpo di Poppea non venne cremato, come era uso romano, ma venne imbalsamato secondo i costumi dei barbari. Lo storico afferma che Nerone fece delle cerimonie pubbliche in onore della moglie defunta.
Loading...
Loading...
Pagina 2
Loading...
Violenze illustri
Loading...
Un ulteriore caso di amore malato che riguarda un personaggio dallo spiccato ruolo politico all'interno della società repubblicana di Roma.
Loading...
Loading...
Ottavio Sagitta e Ponzia Postumina
Loading...
Ottavio Sagitta, tribuno della plebe, si innamorò di Ponzia, una donna sposata. Dopo averla
riempita di doni e dolci promesse la convinse a commettere adulterio e a sposarlo.
Una volta libera, però, Ponzia nella speranza di trovare un uomo più ricco ritirò la sua promessa.
Sagitta, sempre più ossessionato dal desiderio di possedere la donna e di preservare la sua
reputazione, dopo molti rifiuti riuscì ad ottenere una notte di passione.
La notte trascorse tra preghiere, scuse e litigi che sfociarono in una tragedia. L’uomo, infatti, aveva
portato con sé un pugnale con il quale uccise Ponzia.
Quando si ebbe notizia dell’omicidio non c’era dubbio su chi fosse l’assassino. In un primo
momento il tribuno della plebe venne coperto dal suo liberto, che decise di assumersi la colpa
dell’orrendo crimine, ma un’ancella che aveva assistito al delitto svelò la verità al padre di Ponzia.
Così Ottavio Sagitta fu condannato dal senato secondo le leggi sugli omicidi e giustizia fu fatta.
Loading...
Comic Panel 1
Loading...
Loading...
Caption
At malesuada nisl felis sit amet dolor
Loading...
Pagina 3