Book Creator

EMOZIONIAMOCI ....CON SUPER MARIO

by Marilena Moniaci

Cover

Loading...
Loading...
IL MIO PRODOTTO MULTIMEDIALE
TFA SOSTEGNO PRIMARIA
MONIACI MARILENA
FINALITA':
La presente progettazione didattica, curvata sull’alunno, è finalizzata a promuovere le competenze sociali e relazionali con i pari, potenziare il senso di autostima, i valori di condotte pro-sociali e l’autoregolazione emotiva.
DESTINATARI:
I destinatari sono tutti i componenti di una classe terza di scuola primaria in cui è presente un alunno con disabilità certificata ex legge 104/92. La classe è costituita da 8 alunni, dei quali 5 di genere maschile e 3 di genere femminile e tutti mostrano un atteggiamento inclusivo ed empatico nei confronti di M.
PREREQUISITI:
-Saper ascoltare e comprendere gli elementi fondamentali di una storia;    
-Saper riassumere e riflettere sul contenuto di una storia;
-Rispettare le regole e il turno in una conversazione;
-Saper utilizzare strumenti tecnologici e multimediali.
OBIETTIVI:
-Comprendere attraverso la lettura di testi il messaggio generale e gli aspetti principali;
-Esprimere e comunicare sentimenti ed emozioni;
-Comprendere punti di vista diversi dal proprio e sviluppare la capacità di ascolto e di empatia;
-Conoscere le diverse forme espressive delle emozioni;
-Utilizzare il linguaggio simbolico per esprimere le proprie emozioni.
STRUMENTI:
-Materiale di cancelleria
-PC
-Kamishibai,
-LIM
-Gomitolo di lana
-Scatola
-Gomma eva
-Schede operative
-Cartoncini
METODOLOGIE:
-Brainstorming
-Compito individuale
-Storytelling
-Lezione interattiva
-Cooperative learning
-Peer tutoring
-Didattica laboratoriale.
TEMPI:
Le attività si sono svolte nei mesi di Marzo e Aprile, per un totale di 14 ore.
FASI DELL'INTERVENTO:
-PRIMA FASE: Brainstorming per verificare i prerequisiti
-SECONDA FASE: Compito individuale, al fine di avviare una riflessione sulle proprie emozioni
-TERZA FASE: presentatazione attraverso il kamishibai, una storia sulle emozioni adattata con i personaggi di Super Mario e poi, insieme agli alunni abbiamo realizzato un padlet
-QUARTA FASE: verifica intermedia utilizzando le applicazioni web  Learning-apps e Wordwall
-QUINTA FASE: in gruppo sono stati guidati alla creazione della scatola delle emozioni e a giocare con un gomitolo di lana al fine di ricreare il filo dell'amicizia
- SESTA FASE: secondo la metodologia del Cooperative Learning, ho consegnato agli alunni delle schede operative sulle emozioni necessarie per la realizzazione del lapbook
-SETTIMA FASE: somministrazione griglie di autovalutazione
....ADESSO ASCOLTERETE UNA STORIA SULLE EMOZIONI AVENTE SUPER MARIO COME PROTAGONISTA....
“C'era una volta nel Regno dei Funghi, un idraulico coraggioso di nome Mario, che viveva insieme a suo fratello Luigi. Un giorno, mentre esploravano il regno, incontrarono una tartaruga che sembrava molto triste. Mario, sempre pronto ad aiutare gli altri, si avvicinò alla tartaruga e le chiese: "Perché sei così triste, amica tartaruga?"La tartaruga raccontò che aveva perso il suo amuleto magico e che, senza di esso, si sentiva molto triste e sola. Mario e Luigi decisero di aiutarla a ritrovare l'amuleto e si misero subito in cammino. Durante la loro avventura, incontrarono molti personaggi strani e magici. Alcuni erano felici, altri arrabbiati, e alcuni spaventati. Mario e Luigi impararono che le emozioni sono una parte naturale della vita e che tutti le provano in diversi momenti. Un giorno, incontrarono un fungo colorato che si chiamava Toad, che era molto felice di vederli e li aiutò a trovare l'amuleto magico, nascosto in una caverna misteriosa. Quando Mario e Luigi recuperarono l'amuleto, lo portarono alla tartaruga, che si illuminò di gioia. La tartaruga era così felice e grata che invitò Mario, Luigi e Toad a festeggiare nel suo villaggio. Durante la festa, tutti impararono a condividere le loro emozioni e a parlare di ciò che li rendeva felici, tristi, arrabbiati o spaventati. Mario e Luigi capirono che era importante esprimere le proprie emozioni e aiutare gli altri a fare lo stesso. Così, il Regno dei Funghi divenne un posto ancora più bello, dove ognuno poteva condividere le proprie emozioni e sentirsi compreso. E da quel giorno, Mario e Luigi continuarono le loro avventure, aiutando gli abitanti del Regno dei Funghi a
comprendere ed esprimere le loro emozioni, e facendo nuovi amici lungo la
strada. E vissero tutti felici e contenti”.
PrevNext