Book Creator

FACCIAMO UN SALTO, METTIAMO IN CAMPO L'ALLEGRIA

by Maria Assunta Caporale

Cover

Loading...
FACCIAMO UN SALTO,
METTIAMO IN CAMPO L'ALLEGRIA
Loading...
Lo scopo di questo gioco è quello di imparare ad un bambino ipovedente a saltare con la corda in modo da poter condividere i momenti di gioco con i suoi compagni.
Per fare questo è necessario avere una buona coordinazione motoria.
Che cos'è la coordinazione motoria?
La coordinazione motoria è la capacità di eseguire l'idea mentale di un movimento, che sia esso semplice o complesso.
Le capacità coordinative sono 7 :
di orientamento spazio-temporale, di differenziazione, di reazione, di ritmizzazione, di equilibrio, di coordinazione segmentaria, di trasformazione. Le fasi della coordinazione sono 3: - coordinazione grezza, - fine, - disponibilità variabile.
Come si apprende la coordinazione motoria soprattutto nella disabilità visiva?

Molto spesso nei disegni dei bambini vengono rappresentati chiaramente viso e mani e il resto del corpo è imprecisato o approssimativo, ciò manifesta una conoscenza non vissuta perché è puramente visiva e non tattile.
Proprio in considerazione della fondamentale importanza dell'esplorazione tattile nel bambino non vedente, già dalla classe prima il nostro alunno ha imparato ad utilizzare sussidi (come bambole e bambolotti il più realistici possibili) che lo aiutavano ad esplorare il corpo umano e riconoscere la schematizzazione corporea.
Avendo imparato a conoscere le parti del proprio corpo infatti potrà riprodurre sul modellino le varie posizioni che avrà sperimentato.
E’ utile far assumere al bambino quante più posizioni possibili, sia statiche che dinamiche, come alzare le braccia, piegare le ginocchia, affinché possa fissarle e interiorizzarle per avere l’esatta percezione del proprio corpo in ogni momento.
PrevNext