Book Creator

IL PRINCIPE E LA VOLPE INVISIBILE

by Rosalba Napolitano

Cover

Loading...
Il principe e la volpe invisibile
Loading...
C’era una volta un principe di nome Michael, che viveva in un castello con la madre. Michael amava trascorrere la maggior parte del suo tempo in un giardino, a pochi chilometri dal castello, perché gli piaceva il profumo che emettono i fiori. Quest’ultimo, oltre a essere un ragazzo tranquillo e affidabile, era di sicuro un bel ragazzo, con occhi viola e capelli castani, ma anche ricevendo molti privilegi si sentiva insoddisfatto, come se gli mancasse qualcosa. Un giorno, mentre passeggiava in un bosco, si è imbattuto in un villaggio abbandonato. A quel punto decise di esplorare quest’ultimo e trovò una volpe abbandonata, e se ne prese cura.
Iniziando ad accudirla, si accorse che non era una normale volpe ma aveva dei super poteri, ovvero l'invisibilità, nel mentre era in codesto villaggio, trovò, in una casa quasi a pezzi, un orco, che scavando sotto di essa si creò un nascondiglio. In esso creò un laboratorio dove fabbricò un orso meccanico. Quest’orco aveva come obiettivo di conquistare il castello e di sottomettere il principe. Nel frattempo il principe guarì del tutto la volpe. Decise di continuare l’esplorazione del villaggio insieme alla volpe e, dopo essere entrato nell’abitazione dell’orco, si accorse che c'era una botola, chiese alla volpe di diventare invisibile e di esplorare il sotterraneo. Incredibilmente la volpe lo rispose e iniziò a esplorare.
Si accorse di quest’orco e del suo orso meccanico, inoltre, la volpe scoprì del loro piano contro il castello, dopo aver letto la loro strategia. Avvisò il principe dell’attacco e corsero di fretta al castello e prepararono una difesa. Il giorno dopo l’orco attaccò, insieme al suo orso, nel retro del castello, distrussero il muro, ma il principe già lo aveva previsto. La volpe da invisibile lo attaccò da dietro e li fece cadere tramite i super poteri e il principe li finì dicendogli di non provare ad attaccare mai più il castello. E vissero tutti felici e contenti.

You've reached the end of the book

Read again

Made with Book Creator

PrevNext