Book Creator

LABORATORIO TIC

by Grazia Elena Calandra

Cover

Loading...
UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI CATANIA DOTT.SSA CALANDRA GRAZIA ELENA
Progetto senza titolo
INDICE
(dal presente indice è possibile visualizzare le varie sezioni dell'e-book con un click o anche spostandosi sfogliando le pagine)

INTRODUZIONE

1.L'IMPORTANZA DELLE TIC
NELLA DIDATTICA INCLUSIVA

2.PRESENTAZIONE UDA

3.FASI E ATTIVITA'

4.PRODOTTO REALIZZATO

5.STRUMENTI TIC UDA

6.PRODOTTO REALIZZATO
DALLA classe II D

7.CONSIDERAZIONI
CONCLUSIVE
Progetto senza titolo
INTRODUZIONE
Tenendo conto delle potenzialità di ciascuno ma anche delle varie criticità, per favorire il processo di apprendimento in prospettiva inclusiva, ho pensato, in accordo con il tutor di classe e gli altri docenti curricolari, di elaborare un’Unità Didattica di Apprendimento (UDA) inclusiva, presentando agli studenti della classe II D dell'ICS "P.Vasta" di Acireale argomenti tratti dal mondo reale per favorire lo spirito critico. La classe è composta da 22 alunni in cui è presente un alunno con DSA, due con BES ed un alunno con certificazione in comorbilità con il Disturbo dell'Attenzione e dell'Iperattività, a cui sono destinate, in particolare, le attenzioni del mio progetto.
Ho pensato di far svolgere un’attività che coinvolgesse tutta la classe, che fosse motivante e favorisse la relazione tra i compagni e potesse mettere in luce le capacità di ognuno.
Inoltre, l’intento dell’Uda è quello di fornire un percorso guidato ai ragazzi, sensibilizzandoli sui temi attuali, partendo dalla conoscenza del territorio/ambiente per condurli alla consapevolezza di assumere comportamenti corretti e ispirati alla solidarietà, per diventare cittadini responsabili e consapevoli, anche attraverso la scelta del volontariato
Comic Panel 1
l'importanza delle tic
Le Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione (TIC) da diversi anni sono entrate a far parte della nostra quotidianità, così come dei progetti di vita delle persone con disabilità, soprattutto nei contesti di istruzione e formazione.
In ambito scolastico, ausili adeguatamente selezionati possono favorire la partecipazione degli alunni ai percorsi di apprendimento, consentendo l’abbattimento di quelle barriere di accesso che accrescono il gap con i compagni.
Comic Panel 2
L’uso delle tecnologie per la disabilità in contesti educativi tocca contemporaneamente questioni didattico-metodologiche e questioni tecniche riguardanti la scelta dei dispositivi. L’utilizzo del computer, proprio grazie alla flessibilità che mette in campo, permette la personalizzazione dei processi formativi, giocando sugli stili e i ritmi di apprendimento di ciascuno. La stessa Commissione Europea ha visto nelle TIC uno strumento valido a sostenere gli insegnanti nel difficile compito di personalizzare l’apprendimento, rendere cooperativo l’insegnamento, puntare sull’autonomia e sullo sviluppo delle competenze, anche in contesti estremamente eterogenei ed in presenza di alunni con esigenze speciali; in definitiva, di lavorare per e nella scuola dell'inclusione, per ridurre l’ineguaglianza e sostenere l’inclusione scolastica.
Progetto senza titolo
Comic Panel 1
COMPETENZE MIRATE E DISCIPLINE COINVOLTE 
Le discipline coinvolte sono: Scienza e Tecnologia insieme ad Educazione Civica
STRUMENTI UTILIZZATI
Gli strumenti utilizzati sono stati: LIM, computer e uso di software, testi in adozione, materiali reperiti in internet, utilizzo di applicazioni, ausilio delle TIC
TEMPI
I tempi di attuazione sono stati dilazionati nelle ore settimanali messe a disposizione dai docenti curriculari di Scienze e di Tecnologia per un totale di 9 ore
PREREQUISITI
Saper ascoltare e intervenire in modo pertinente, saper esprimere le proprie idee rispettando gli altri, comprensione di dati e informazioni e capacità di rielaborarli, saper usare strumenti digitali, essere disponibili e motivati all’apprendimento
Progetto senza titolo
Comic Panel 1
Comic Panel 2
LE FASI:

1. Presentazione attività:
-Inizialmente è stato presentato agli alunni una “fonte stimolo” con l’esplicitazione del progetto da svolgere attraverso l’illustrazione di una mappa concettuale, da me realizzata per pianificare e spiegare il lavoro da sviluppare, con lo strumento Cmap (1 ora);

-Gli alunni sono stati stimolati, attraverso la tecnica creativa di gruppo, il Brainstorming sulla parola “volontario”, con restituzione delle parole grazie all’applicazione Mentimeter (30 minuti);

- Ho ritenuto utile portare gli alunni all’ascolto e visione di documenti multimediali (lezione interattiva, mappa interattiva, video youtube, podcast, slides, ecc.) da cui trarre informazioni da selezionare per poter elaborare il proprio sapere, così da accrescere la motivazione e migliorare l'apprendimento (30 minuti)

2.Confronto guidato prima liberamente e poi con domande stimolo:
-Gli alunni hanno esposto riflessioni e sentimenti attraverso il dialogo (30 minuti)

3. Attività cooperativa:
-La classe dopo aver tratto le informazioni che sono state selezionate e organizzate, in un clima di collaborazione tra loro e con i docenti, hanno diviso il lavoro con la supervisione del docente (1 ora)
PrevNext