Book Creator

Fondazione di Roma e i Sette Re

by Stefano Mazzarella

Pages 2 and 3 of 14

LA FONDAZIONE DI ROMA
I SETTE RE DI ROMA
Lavoro TIC: Immacolata Monteforte, Stanislao Micillo, Diego Marcone, Vincenzo Marcarelli, Fabio Marcarelli, Stefano Mazzarella
Loading...
ACCENNI SULLA FONDAZIONE
Loading...
Secondo la leggenda, la fondazione di Roma a metà dell'VIII secolo a.C. si deve ai fratelli Romolo e Remo.
La data ufficiale, 21 aprile del 753 a.C., venne stabilita da Marco Terenzio Varrone.
Altre fonti riportano date diverse: Quinto Ennio nei suoi Annales (in cui ripercorre le fasi della storia di Roma dalla sua fondazione) colloca la fondazione nell'875 a.C.
Loading...
Loading...
Loading...
La Lupa capitolina che allatta Romolo e Remo
Loading...
Marco Terenzio Varrone
Loading...
ETÀ MONARCHICA
Loading...
I primi re di Roma sono generalmente considerati come figure prettamente mitologiche, poiché la datazione proposta da Varrone - che considera un totale di 244 anni per i sette monarchi - è molto probabilmente troppo breve. La tradizione attribuisce ad ogni sovrano un particolare contributo nella nascita e nello sviluppo delle istituzioni romane e dello sviluppo socio-politico dell'Urbe (così veniva chiamata la città di Roma).
Loading...
Loading...
Uno spaccato della società romana
I SETTE RE DI ROMA
ROMOLO
1) Il primo re e fondatore fu Romolo, che avrebbe dotato la città delle prime istituzioni politiche, militari e giuridiche. Alla morte diventa un dio col nome di Quirino.
NUMA POMPILIO
2) Numa Pompilio, il secondo re, che regnò dal 716 al 673 a.C., è un nome tipicamente italico, di origine osco-umbra. La leggenda lo vuole creatore delle principali istituzioni religiose, tra cui i collegi sacerdotali delle vestali, dei flàmini, dei pontefici, e degli àuguri; istituì anche la carica di pontefice massimo (pontifex maximus), nonché la suddivisione dell'anno in dieci mesi e la precisa regolamentazione di tutte le feste e le celebrazioni, precisando i giorni fasti e nefasti.



TULLO OSTILIO
3) Il terzo re, Tullo Ostilio, succeduto subito al precedente, sedette al trono fino al 641, sconfiggendo i Sabini e conquistando Alba Longa, con una iniziale espansione territoriale nel Lazio. Al re venne attribuita anche la prima pavimentazione del Foro.




ANCO MARZIO

4) Il successore Anco Marzio - dal 640 al 617 a.C. - ne proseguì l'opera fondando la prima delle colonie, ossia Ostia (traducibile in latino come foci); la costruzione della nuova città era dovuta probabilmente alla necessità di controllare la zona meridionale del Tevere. 
PrevNext