Book Creator

A caccia di...storie!

by Giovanna Erbetti

Cover

Loading...
A caccia di... STORIE!
Loading...
Giovanna Erbetti
Loading...
Laboratorio creativo per l'infanzia
Loading...
Ispirato alle teorie di Gianni Rodari e alla metodologia di Franco Passatore
Loading...
Loading...
Attenzione!
Libro interattivo
Loading...
Loading...
Loading...
Loading...
Loading...
Per stimolare la creatività divertendosi
Audio
Foto
Storie
Laboratori
Video
clicca qui!
COSA TROVERAI?
1
INDICE
1. Introduzione
3
2. Rodari e Passatore
4-5
3. Chi è Berto?
6-7
4. LABORATORIO
8-13
5. Le mie storie
14-15
Il libro descrive un laboratorio di invenzione, creazione e illustrazione di storie collettive, ispirato ai giochi di Franco Passatore e alle teorie di Vladimir Propp, descritti da Gianni Rodari nel suo libro "Grammatica della Fantasia".
Perchè è importante stimolare la creatività e l'immaginazione aiutando i bambini a inventarsi da soli le storie?
Rodari sostiene che nell'educazione l'immaginazione abbia un ruolo importante, che la creatività, l'arte e soprattutto la parola, con i suoi possibili usi, possano far riscoprire al bambino - e non solo - il valore di liberazione e di esplorazione di tutti quei modi pluridirezionali con cui interpretare la realtà e agire su di essa.
3
GIANNI RODARI
Pedagogista e scrittore per l'infanzia
Omegna, 1920
Roma, 1980
Uno dei più celebri scrittori italiani per l’infanzia del XX secolo. La sua opera più conosciuta, “La grammatica della fantasia“, pubblicata nel 1973 da Einaudi, è una sorta di manifesto teorico sui meccanismi che sottendono l’arte di inventare storie. Nel 1970 Gianni Rodari ha ricevuto, primo e unico italiano fino a oggi, il Premio Hans Christian Andersen, considerato il “Piccolo Premio Nobel” della narrativa per l’infanzia.
Clicca sul video per conoscere meglio Rodari!
Sapeva trovare la creatività dappertutto, anche e soprattutto negli errori, amava giocare al pari dei bambini, ascoltarli e ricevere da loro lo spunto per creare storie indimenticabili.
"Vale la pena che un bambino impari piangendo quello che può imparare ridendo?"
PrevNext