Book Creator

L'uomo e l'ambiente

by Antonella Cacciacarro

Pages 2 and 3 of 45

AMBIENTE E SVILUPPO SOSTENIBILE
La legge costituzionale n.1/2022 ha modificato l'art. 9 e 41 della Cost. aggiungendo la tutela dell'ambiente, la biodiversità e gli ecosistemi anche nell'interesse delle future generazioni.
"Difendere l'ambiente è un dovere verso la vita".
Loading...
Cosa faremo oggi?
Loading...
Breve debate

Temi da trattare:

- gli articoli costituzionali recentemente riformati sull'ambiente e lo sviluppo sostenibile

- i 17 obiettivi dell'Agenda 2030 dell'Onu

- concetto di energia e le varie fonti

- l'effetto serra e i cambiamenti climatici

Brainstorming su Padlet dei temi trattati

Divertenti sondaggi

Ripasso veloce e quiz finale
Loading...
Il Parlamento italiano ha affrontato con molto ritardo il problema dell'inquinamento e della tutela ambientale.
E' infatti solo nel 1986, con la legge n. 349, che si affronta in maniera armonica tutti gli aspetti relativi alla tutela dell'ambiente. Nasce infatti il Ministero dell'ambiente e contemporaneamente, con lo scopo di individuare e punire i comportamenti che violano l'integrità ambientale, viene introdotto nel nostro ordinamento giuridico il concetto di danno ambientale. Sono considerati delitti contro l'ambiente e come tali punibili, ad esempio, l'inquinamento, la distruzione del patrimonio naturale, il traffico illecito dei rifiuti, la frode ambientale. Dalla seconda metà degli anni Ottanta le norme in materia ambientale assumono man mano un'importanza più rilevante.
Dagli anni ottanta ai nostri giorni.....
Il Parlamento italiano ha affrontato con molto ritardo il problema dell'inquinamento e della tutela ambientale.
E' infatti solo nel 1986, con la legge n. 349, che si affronta in maniera armonica tutti gli aspetti relativi alla tutela dell'ambiente. Nasce infatti il Ministero dell'ambiente e contemporaneamente, con lo scopo di individuare e punire i comportamenti che violano l'integrità ambientale, viene introdotto nel nostro ordinamento giuridico il concetto di danno ambientale. Sono considerati delitti contro l'ambiente e come tali punibili, ad esempio, l'inquinamento, la distruzione del patrimonio naturale, il traffico illecito dei rifiuti, la frode ambientale. Dalla seconda metà degli anni Ottanta le norme in materia ambientale assumono man mano un'importanza più rilevante.
Gli articoli 9 e 41 della Costituzione:
prima e dopo.

Il testo dell’art. 9 della Costituzione, a seguito della riforma costituzionale che vi introduce un nuovo comma, è il seguente:
«La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica.
Tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione. Tutela l’ambiente, la biodiversità e gli ecosistemi, anche nell’interesse delle future generazioni. La legge dello Stato disciplina i modi e le forme di tutela degli animali».
Il testo dell’articolo 41 riformato così recita:
«L’iniziativa economica privata è libera.
Non può svolgersi in contrasto con l’utilità sociale o in modo da recare danno alla salute, all’ambiente, alla sicurezza, alla libertà, alla dignità umana.
La legge determina i programmi e i controlli opportuni perché l’attività economica pubblica e privata possa essere indirizzata e coordinata a fini sociali e ambientali».
L’ambiente in Costituzione e lo sviluppo sostenibile.

Il nuovo articolo 9 della Costituzione, laddove prevede che la Repubblica tutela l’ambiente, la biodiversità e gli ecosistemi anche nell’interesse delle future generazioni, richiama uno dei principi cardine del diritto dell’ambiente: lo sviluppo sostenibile.
Trattasi di un concetto definito dalla Commissione mondiale sull’ambiente nel rapporto Brundtland del lontano 1987, secondo il quale lo sviluppo sostenibile è uno sviluppo che garantisce i bisogni delle generazioni attuali senza compromettere la possibilità che le generazioni future riescano a soddisfare i propri.
PrevNext