Book Creator

La condizione della donna nel medioevo

by Antonella Accolla

Cover

Loading...
Lavoro e condizione sociale della donna nel
Medioevo
Loading...
Indice
  • Introduzione 3

  • La donna e il lavoro 4
Sulla condizione della donna nel Medioevo per lungo tempo sono pesati diversi pregiudizi.
  • Le donne e le corporazioni 6

  • Donne famose nel Medioevo 8

  • Castelli D'Italia 12

A lungo si è creduto che la donna nel Medioevo ricoprisse esclusivamente un ruolo subalterno all'uomo, priva di riconoscimento sociale e di diritti, costretta a subire soprusi e a esistere solo in quanto moglie e madre.

Spesso viveva all'ombra del padre, dei fratelli, del marito, rispetto ai quali aveva diritti e autonomie inferiori, tuttavia la donna, anche durante il Medioevo, riuscì a ritagliarsi spazi di azione e autonomia.
2
Introduzione
Sulla condizione della donna nel Medioevo per lungo tempo sono pesati diversi pregiudizi.
A lungo si è creduto che la donna nel Medioevo ricoprisse esclusivamente un ruolo subalterno all'uomo, priva di riconoscimento sociale e di diritti, costretta a subire soprusi e a esistere solo in quanto moglie e madre.
Spesso viveva all'ombra del padre, dei fratelli, del marito, rispetto ai quali aveva diritti e autonomie inferiori, tuttavia la donna, anche durante il Medioevo, riuscì a ritagliarsi spazi di azione e autonomia.
3
La donna e il lavoro
La vita professionale di una donna era strettamente connessa alle sue origini sociali. Le donne contadine si occupavano dei campi e del bestiame sin dalla più tenera età. Si dedicavano alla cura degli orti, della produzione casearia e della birra.
Alcune donne erano anche impegnate come manovalanza nell'edilizia, nelle miniere e nella gestione di locande e alberghi. Le donne erano presenti nella produzione tessile.
Riservata alle donne era la professione di ostetrica.
4
Indice 2
Donne nei campi
Donne nell'edilizia
Donne ostetriche
Indice 2
5
Le donne e le corporazioni
Nel corso del Medioevo le donne potevano far parte delle corporazioni. Infatti in città c'erano donne impegnate nelle botteghe, ma anche nel commercio, nei panifici, nella lavorazione del pesce e della carne e nella loro vendita al dettaglio.
Le donne non solo potevano far parte delle corporazioni, ma anche diventare maestre. All'interno delle corporazioni e delle botteghe potevano essere apprendiste e avere ruoli importanti.
6
Indice 2
PrevNext