Book Creator

DIS-PERCEZIONE

by Irene Bellantone

Pages 2 and 3 of 101

Loading...
Buongiorno a tutti,
mi chiamo Bellantone Irene.
In questa tesina ho deciso di approfondire sull'argomento dei problemi psicologici quindi della dis-percezione.
Ho deciso di trattare questo tema visto che mi appassiona molto tutto quello che riguarda la mente umana dal punto di vista psicologico. Mi appassiona tal punto che sarà anche oggetto di studi dei prossimi anni.
Loading...
Loading...
Buongiorno a tutti,
mi chiamo Bellantone Irene.
In questa tesina ho deciso di approfondire sull'argomento dei problemi psicologici quindi della dis-percezione.
Ho deciso di trattare questo tema visto che mi appassiona molto tutto quello che riguarda la mente umana dal punto di vista psicologico. Mi appassiona tal punto che sarà anche oggetto di studi dei prossimi anni.
Loading...
Loading...
LETTERATURA-SVEVO

Italo Svevo
Nasce a Trieste nel 1861,studia con i fratelli in un collegio tedesco in Baviera. Nel 1892 pubblica il suo primo romanzo ma nel 1908 comincia a conoscere la teoria di Freud e della psicanalisi, a cui si appassionerà.
Nel 1923 esce la COSCIENZA DI ZENO che lo porta al successo. 
Dopo 5 anni, nel 1928, muore in Veneto a causa di un incidente stradale. Tra i tanti personaggi nel film ci sono: Zeno Cosini nonchè il protagonista; lo psicanalista colui che prova a portarlo fuori dalla malattia che Zeno dice di avere.
La famiglia Malfenti, una dove passava la maggior parte del suo tempo, infatti alla fine lui si innamorerà di una delle figlie, Augusta e si sposeranno.
LETTERATURA-SVEVO
LETTERATURA-SVEVO
il rapporto con l'ultima sigaretta

Nella Coscienza Di Zeno si capisce soprattutto il rapporto di amore e odio che Zeno ha con la sigaretta, iniziato fin da ragazzino fumando i sigari del padre, si inventerà qualsiasi scusa, che consente di giustificare i suoi fallimenti di non fumare più, da qui si capisce quello che è un uomo incapace di raggiungere gli obbiettivi prefissati.la vita non è ne bella,ne brutta ma solo originale.
Queste sono le parole che condivide Zeno riguardo alla vita, lui si mostra così davanti a tutte le difficoltà, ovviamente c'è molta gente d'accordo e altra che non condivide quest'idea che lui dà.
Credo che la vita sia diversa da come la racconta Zeno o meglio,per me la vita è fatta di esperienze solo negative e raramente è originale.
Zeno abbandona la cura per la malattia criticando il metodo psicanalitico del medico e dichiarando di essere guarito dalla sua malattia grazie ad una serie di successi commerciali.
Infatti alla fine, l'uomo, dirà anche che il problema è la vita ed era quella che secondo lui gli causava i dolori.
LETTERATURA-SVEVO
il rapporto con l'ultima sigaretta
SCIENZE- I FARMACI E L'EFFETTO SULLE SINAPSI
Le sinapsi sono nel sistema nervoso e sono i punti di contatto tra due cellule nervose e servono per propagare gli impulsi nervosi. Quando l'impulso raggiunge quest'area, provoca il rilascio di sostanze specifiche, chiamate neurotrasmettitori. Si diffondono nello spazio che esiste tra due cellule e vengono raccolti dalla cellula successiva, Nella quale provocano una variazione nella distribuzione delle cariche elettriche. In questo modo il segnale passa da una cellula all’altra.
Anche molti farmaci agiscono sulle sinapsi bloccando la trasmissione sinaptica, in tre modi: possono agire direttamente sul neurone in modo da inibire il rilascio del neurotrasmettitore; possono agire più internamente in modo da inibire l'effetto dei neurotrasmettitori; possono agire esternamente sui siti dei legami sinaptici. in ogni caso la molecola del farmaco si comporterà come un neurotrasmettitore con funzione “disturbante”, per questo sarebbe meglio evitare tutti i farmaci, soprattutto quelli pesanti o droghe. Inoltre si possono "bruciare" le sinapsi, infatti si riduce la presenza di una piccola molecola, un amminoacido, la D-serina fondamentale per consentire la trasmissione sinaptica e le sinapsi pian piano perdono sensibilità.
PrevNext