Book Creator

Gli Unni e i Vandali-Il sacco di Roma

by CATERINA FRASCARO

Cover

Loading...
Gli Unni e i Vandali
Loading...
Gli Unni erano un popolo guerriero e nomade provenienti dalla Siberia Meridionale ovvero all'estremo nord dell'Europa,giunsero in Europa nel IV secolo.
Nomadi,selvaggi abitavano da sempre nelle tende che potevano essere montate su grandi carri e spostate in altri luoghi trainate dai buoi.
Non conoscevano la scrittura e parlavano una lingua molto simile a quella che oggi si parla in Turchia.
Erano divisi in clan ossia in grandi gruppi che formavano la tribù degli Unni, le donne avevano una grande considerazione e prendevano molte decisioni di famiglia,spesso gli uomini sposavano diverse donne.
Gli Unni non praticavano nè l'agricoltura e nè il commercio con gli altri popoli,addirittura non conoscevano la moneta,ma erano abili cacciatori e cavalieri,sapevano usare perfettamente l'arco,per procurarsi il resto del cibo usavano un pò di baratto e adoravano saccheggiare e fare razzia di tutto quello che trovavano,poi con il tributo chiedevano ai villaggi saccheggiati delle somme e uomini da unire alla tribù .
Spesso si trovavano ad entrare in conflitto con la popolazione della Cina poichè la Mongolia era confinante con questo stato, l'imperatore Cinese aveva fatto costruire una muraglia per non far varcare il territorio ma riuscirono comunque a conquistare il popolo cinese così gli Unni raggiunsero la loro massima espansione e in quel momento erano invincibili.
Dopo circa un secolo i cinesi inventarono, la balestra che era un'arma capace di scagliare frecce a gran velocità,riuscirono così a scacciare gli Unni dal proprio territorio.
Questi ultimi abituati ormai alla ricchezza dell'impero cinese non vollero ritornare nelle loro tribù pertanto, andarono alla ricerca di un nuovo territorio rigoglioso:L'impero Romano.
Attraversarono l'Asia,"l'impero delle steppe" ,e guidati da Attila si diressero verso la Gallia, invasero anche l'Italia e nel 455 Roma venne saccheggiata dai Vandali.
Le truppe barbariche presero il potere, deposero Romolo Augustolo e proclamarono Odoacre re d'Italia (il cui nome deriva da ricco e vigile).
L'impero romano d'Occidente cessa d'esistere nel 476 inizia così il Medioevo.
Il sacco di roma

Alarico riuscì a penetrare a Roma ,che fù saccheggiata per soli tre giorni perchè temeva l'arrivo di truppe imperiali .I Visigoti abbandonarono Roma carichi di bottini e di molti prigionieri che ridussero in schiavitù,tra questi c'era anche la sorella dell' imperatore Onorio presa come ostaggio.

COMPITO SVOLTO DA
Caterina
Alessandro
PrevNext