Book Creator

LE FAMIGLIE DELL'ORCHESTRA

by giovanni nisi

Cover

Loading...
LE FAMIGLIE DELL’ORCHESTRA
Loading...
LA CLASSIFICAZIONE DEGLI STRUMENTI PER FAMIGLIA
Gli strumenti musicali, come abbiamo visto, possono essere classificati in vere e proprie famiglie in base al materiale con cui vengono costruiti e per il modo in cui si suonano. Riassumendo possiamo dire che nell’orchestra, troviamo quattro famiglie: legniottoniarchi e percussioni
The Young Person's Guide to the Orchestra

Questo brano è uno dei più conosciuti pezzi del compositore, e uno dei tre popolarmente usati per l'educazione musicale dei bambini, insieme con Il carnevale degli animali di Saint-Saëns e con Pierino e il lupo di Sergej Prokof'ev.
LEGNI
OTTONI
legni, che fanno parte degli aerofoni, raggruppano gli strumenti a fiato costituiti con il legno. I principali sono il clarinettol’oboe e il corno inglese, il fagotto e il controfagotto. Ci sono però due importanti eccezioni: fanno, infatti, parte dei legni anche i flauti (dolce, ottavino e traverso) e il sassofono, anche se non sono costituiti con il legno. La ragione è che i flauti, in origine, erano in legno e sono rimasti in questa famiglia, anche se oggi sono di plastica o di lega metallica e il sassofono, pur essendo da sempre costruito in ottone, ha l’imboccatura ad ancia tipica della famiglia dei legni. Tutti insieme riescono a eseguire una gamma di suoni molto ampia. Dai suoni molto acuti dei flauti a quelli gravi del fagotto. Il loro utilizzo varia dall’orchestra, al gruppo jazz, alle bande musicali.

Sempre tra gli aerofoni troviamo gli ottoni, che sono quegli strumenti a fiato costruiti in ottone. I principali sono la tromba, il trombone, il corno e la tuba. I suoni più acuti sono affidati alla tromba, quelli più gravi alla tuba. Anche gli ottoni sono utilizzati in orchestre, in gruppi jazz e sono la colonna portante delle bande musicali.

ARCHI
PERCUSSIONI
Anche negli archi esiste un’ulteriore suddivisione che riguarda gli strumenti a corde “strofinate”. Questi formano un’unica famiglia che prende il nome di archi e sono violinoviolavioloncello e contrabbasso. Il nome deriva dal fatto che le corde sono appunto strofinate dall’archetto. Nelle orchestre di musica classica sono gli strumenti più numerosi e utilizzati, ma il loro suono è ben presente anche nei brani di musica leggera. Non compaiono, invece, nelle bande musicali. Anche gli archi riescono a eseguire una gamma di suoni decisamente ampia: dai suoni molto acuti dei violini a quelli molto gravi del contrabbasso.
Come abbiamo già visto i membranofoni e gli idiofoni producono il suono per mezzo di una percussione. La percussione può avvenire su pelli tese (membranofoni) e su parti rigide dello strumento (idiofoni). Proprio per il fatto che il suono è dato da una “percussione” questi strumenti fanno parte della famiglia delle percussioni. Tra gli innumerevoli strumenti che rientrano in questa famiglia troviamo il tamburo, i timpani e la batteria, che fanno parte della categoria dei membranofoni, lo xilofono, le maracas, le nacchere e i piatti della sezione degli idiofoni.
PrevNext