Book Creator

GRECIA: ACQUA & MITO

by Eleonora Massa

Cover

Loading...
GRECIA: ACQUA & MITO
Loading...
Loading...
Loading...
PREMESSA
Per il mondo greco antico l’acqua era il migliore degli elementi

L'acqua rappresenta per l'uomo greco uno dei principali elementi della realtà. Essa popola il mito e la religione, diventa chiave di interpretazione del mondo nella tradizione filosofica, guarisce e purifica tramite le abluzioni cultuali.
L’acqua è uno dei principali elementi della φύσις, della natura, ed essa occupa un ruolo preminente nella prime embrionali forme di filosofia.
L’acqua, infine, occupa un posto chiave nella dottrina medica antica ed i suoi poteri curativi erano riconosciuti non solo dalla scienza, ma anche dalla cultura popolare.
INDICE


1. Poseidone             
2. Mito di Ippolito
3. Afrodite
4. Mito di Apollo e Dafne
5. Nereo
6. Tetide ed Achille
7. Mito di Galatea
8. Mito di Amaltea
9. Mito di Aretusa
10. Mito di Narciso
11. Mito di Danae
12. Mito di Tantalo
13. Mito di Ila 
14. Esculapio o Asclepio
POSEIDONE
Poseidone (in greco antico: Ποσειδῶν,Poseidṑn) è il dio del mare, dei terremoti e dei maremoti nella mitologia greca. È il figlio di Crono e Rea, fratello di Zeus, Ade, Era, Estia e Demetra ed è uno dei dodici dei dell'Olimpo. È lo sposo di Anfitrite, una delle nereidi (le ninfe marine), dalla quale ha avuto un figlio, Tritone.
Secondo Pausania, Poseidone era uno dei custodi dell'Oracolo di Delfi prima che Apollo ne assumesse il controllo. Apollo e Poseidone spesso si occuparono degli stessi aspetti delle vicende umane: ad esempio durante la fase della fondazione di nuove colonie Apollo per mezzo dell'Oracolo autorizzava i coloni a partire e indicava loro dove stabilirsi, mentre Poseidone si prendeva cura dei coloni durante la navigazione verso la nuova patria e procurava le acque lustrali per celebrare i sacrifici propiziatori per la fondazione della nuova città. 
IL MITO DI POSEIDONE
Sono numerosi i miti nei quali si vede l'intervento di Poseidone.
Nell'Iliade, per esempio, si schiera dalla parte degli Achei ma protegge anche Enea. Quando, infatti, l'eroe sta per scontrarsi con Achille viene salvato grazie alla nebbia, voluta proprio da Poseidone, per il popolo romano Nettuno.
Altri interventi si trovano nel mito del toro di Creta, che poi venne ucciso da Teseo e sacrificato ad Atena, nella sfida con quest'ultima per dare il nome alla città fondata da Cecrope, nella sfida con Era, nella costruzione delle mura di Troia, e nel mito di Atlantide.
LA CONTESA TRA ATENA E POSEIDONE
Sotto il regno di Cecrope, la dea Atena si batté con Poseidone, fratello di Zeus e signore del mare, per conseguire il patronato sull’Attica. Avrebbe vinto chi avesse fatto agli abitanti il dono più bello. Poseidone allora colpì il terreno con il suo tridente e ne fece balzare fuori il cavallo, animale meraviglioso, imbattibile nella corsa, possente in battaglia.
Ma Atena fece di meglio. Batté infatti il suolo con la sua lancia e ne fece germogliare una pianticella dalle foglie d’argento che produsse ben presto piccole e apparentemente insignificanti bacche scure.
Era l’ulivo: la pianta più nobile fra quante crescono sulle sponde del Mediterraneo. Dai suoi frutti si ricava uno dei prodotti della terra in assoluto più preziosi: l’olio di oliva, che gli antichi usavano come alimento e come combustibile. Vinse Atena per giudizio unanime degli abitanti. Da allora il suo santuario, il Partenone, sorse sulla acropoli di Atene.
Mito di Ippolito
IPPOLITO

Ippolito (in greco: Ἱππόλυτος, Hippolytos) è un personaggio della mitologia greca. Fu un principe di Atene.
Nella mitologia romana viene identificato con Virbio.
Ippolito era figlio di Teseo e Antiope, secondo alcuni autori romani sposò Aricia da cui nacque suo figlio Virbio.
L'insieme della leggenda di Ippolito è formato da un'iniziale opera di Euripide che ne racconta la prima vita e dalle aggiunte di altri autori che lo riportano in vita e lo spostano dalla Grecia all'Italia.
Tra i diversi miti che ritraggono la figura di Ippolito, quello più noto è sicuramente quello che vede protagonisti lo stesso Ippolito con Fedra, moglie di Teseo.
PrevNext