Book Creator

Nuovi scenari per Eliana

by cosima sciurti

Cover

Loading...
Nuovi scenari per Eliana
Loading...
Loading...
a cura degli alunni della 3^ A
Alla fine Eliana e i suoi amici ricevettero un messaggio dal falco Piuma d’Oro, che li disse:
<< Lì vicino c’è un’oasi un po’ diversa dall’oasi Meravigliosa, ma voi andate lo stesso perché è ancora più bella!>>
Allora si misero in viaggio e dopo tanti giorni arrivarono stanchi.
Eliana, però, anche se era stanca, si mise in un posticino lontano dagli altri e iniziò a costruire una tenda per la notte. Proprio quando stava lasciando il lavoro a metà la scimmia corse in suo aiuto e la incoraggiò a finire la tenda e insieme la terminarono. Da quel momento lavorarono insieme per finire i progetti.
Questa storia ci insegna che anche se siamo “strani” possiamo essere utili agli altri.
Alessandro
Ginevra
Giorgio
Karola
Dopo qualche giorno di riposo, gli animali ripresero la loro ricerca. Ad un tratto videro l’oasi proprio davanti a loro, ma era solo un miraggio.
Dopo un mese arrivarono all’oasi e là videro: un laghetto, delle palme di cocco e delle dune di sabbia. Quel posto aveva un profumo buono e delicato e aveva
anche tutti i colori dell’arcobaleno. Fiori di tutti i tipi crescevano ai piedi di altissime palme di cocco piene di noci grandi e sicuramente buonissime. Il laghetto d’estate era fresco e calmo, era uno specchio. Le dune erano di dimensione media ed erano dorate, molto dorate. La sabbia di un color pesca fluo cambiava continuamente forma: sottile e spessa. Gli amici di Eliana le dissero che non doveva lasciare i suoi progetti in sospeso.
Da quel momento Eliana imparò la lezione e gli animali vissero felici e contenti in quell’oasi.
Ambramarie
Andrea Col.
Enea
Nicolas
Un pomeriggio l’elefante andò da Eliana e le disse:<< Fermati un attimo, non puoi fare tutte queste cose da sola! Posso darti una mano?>>.
<<Va bene! Se proprio devi, iniziamo dal romanzo>> rispose Eliana.
I due iniziarono il primo progetto e finalmente lo finirono. Eliana ogni tanto si distraeva e l’elefante, appena la vedeva, le ricordava di lavorare a un progetto alla volta. Man mano li realizzarono tutti. Per ultimo costruirono una capanna elegante che aveva già in mente; era molto spaziosa e luminosa perché c’erano tante finestre.
Fuori c’era un bel laghetto cristallino, c’erano palme e diverse piante di un verde fantastico. Nella capanna  c’erano anche un divanetto fatto di foglie e un tavolino di legno costruito da Eliana, dove potevano trascorrere il tempo libero.
Andrea S.
Michele
Nina
Pierpaolo
PrevNext