Book Creator

Diana e la chiave magica

by Maestra Didy

Cover

Loading...
DIANA
E
LA CHIAVE MAGICA
Loading...
Loading...
Loading...
Loading...
Loading...
Loading...
C'era una volta una principessa di nome Diana.
Viveva in un palazzo di ghiaccio insieme alla sua cugina Alexandra.
Un giorno, Diana si allontanò da casa per fare una passeggiata, ma si perse.
Pensò a sua cugina che si raccomandò spesso con lei di non parlare con gli estranei.
Lei, però, disobbedì perché pensava che fosse una fregatura per tenersela vicino.
Cammina cammina per il bosco, incontrò un gigante che la rapì.
C'era una volta una principessa di nome Diana.
Viveva in un palazzo di ghiaccio insieme alla sua cugina Alexandra.
Un giorno, Diana si allontanò da casa per fare una passeggiata, ma si perse.
Pensò a sua cugina che si raccomandò spesso con lei di non parlare con gli estranei.
Lei, però, disobbedì perché pensava che fosse una fregatura per tenersela vicino.
Cammina cammina per il bosco, incontrò un gigante che la rapì.
Diana disse tra sé e sé: - Dov'è mia cugina? Aveva ragione! Non dovevo allontanarmi da casa.
Quando pensava di rimanere chiusa per sempre, apparve un mago di nome Davide.
Per aiutarla, Diana doveva superare una prova: trovare la chiave giusta che il mago aveva nascosto nella camera del gigante.
A questo punto, aspettò che il gigante si cambiase i vestiti e si nascose dietro la porta.
- Ma dov'è la chiave? - pensò Diana.
Ecco che come per magia vide una luce sotto il letto e delle impronte di fango accanto. La chiave era sicuramente lì.
Quando il gigante uscì dalla stanza, lei ne approfittò per prendere la chiave.
Diana disse tra sé e sé: - Dov'è mia cugina? Aveva ragione! Non dovevo allontanarmi da casa.
Quando pensava di rimanere chiusa per sempre, apparve un mago di nome Davide.
Per aiutarla, Diana doveva superare una prova: trovare la chiave giusta che il mago aveva nascosto nella camera del gigante.
A questo punto, aspettò che il gigante si cambiase i vestiti e si nascose dietro la porta.
- Ma dov'è la chiave? - pensò Diana.
Ecco che come per magia vide una luce sotto il letto e delle impronte di fango accanto. La chiave era sicuramente lì.
Quando il gigante uscì dalla stanza, lei ne approfittò per prendere la chiave.
Diana scappò e decise di tornare a casa dalla cugina.
Ma, all'improvviso, arrivò il gigante che urlò: - Ucci, ucci sento odor di bambinucci!
Ma Diana non si spaventò perché aveva la chiave magica con sé.
Il mago, infatti, le disse che, dicendo "Trasformati in arma", la chiave diventava una spada di cristallo .
Così Diana prese la spada; si fece corraggio e combatté il gigante.
Poi andò a casa del gigante e prese la mappa del bosco e tutti i suoi averi.
Si mise in cammino e, dopo giorni, trovò il castello.
Diana, finalmente, era ritornata a casa.
PrevNext