Book Creator

Magazine sulla sostenibilità

by VALENTINA RICIGLIANO

Cover

Loading...
Magazine: le scelte per un futuro sostenibile
Loading...
In questo numero
Le imprese da cui prendere esempio
Cos'è l'etichettatura ambientale
Comic Panel 1
Le  imprese green in Italia da cui dovresti prendere esempio
Thought Bubble
Hera
A guadagnare il podio per l’integrazione dei criteri ESG (che definiremo più avanti) nella finanza aziendale è Hera. Da sempre, la mission del Gruppo si è orientata verso il raggiungimento degli obiettivi delineati dall’Agenda 30 dell’ONU.
In particolare, il Gruppo Hera si è impegnato a utilizzare in modo efficiente e intelligente energia e risorse (in un’ottica di risparmio e di benefici ambientali) e ha investito fortemente sull’economia circolare.
Esempi concreti del contributo di questa azienda green italiana sono la produzione di biometano dalla frazione organica dei rifiuti urbani e la rigenerazione di prodotti a partire da rifiuti plastici.
Comic Panel 1
Le imprese green in Italia da cui dovresti prendere esempio
Thought Bubble
Generali
Infine, anche Generali si guadagna una posizione di spicco nella classifica delle imprese green in Italia.
Dalle parole ai fatti, il Gruppo si è impegnato non solo a cambiare modo di fare business, ma anche a dare il proprio sostegno alle comunità in termini di benessere, inclusione e valorizzazione culturale.
I risultati ottenuti da Generali negli ultimi anni sono stati:
  • diffusione di valore condiviso nel lungo periodo per tutti gli stakeholder
  • misurazione del valore in termini economici, sociali e ambientali
  • condivisione e tutela dei rischi per le persone e la comunità
  • creazione di ecosistemi con onlus, istituzioni e associazioni

Etichettatura ambientale degli imballaggi: cos’è

L’etichettatura ambientale è una modalità di etichettatura degli imballaggi che permette di:
  • Indicarne la composizione di ciascuna confezione a livello di materiale;
  • Fornire precise indicazioni a consumatori e operatori incaricati, per gestirne la raccolta corretta, l’eventuale recupero o riutilizzo e infine lo smaltimento.
  • Di conseguenza, informa sulla destinazione finale degli imballaggi, una volta diventati rifiuti.
I primi passi verso l’adozione di queste misure sono stati fatti con il decreto legislativo n.116 del 3 settembre 2020. La norma, infatti, prescrive che “tutti gli imballaggi siano opportunamente etichettati secondo le modalità stabilite dalle norme tecniche UNI applicabili e in conformità alle determinazioni adottate dalla Commissione dell’Unione europea.


Ci vediamo il prossimo mese con altri sensazionali articoli!!!!
Non perderli!!!!
PrevNext