Book Creator

La festa di sant'Eumenio a Ficulle

by Alessia Liberatori

Cover

Loading...
LA FESTA DI SANT'EUMENIO A FICULLE
Loading...
S.Eumenio, il singolare Patrono di Ficulle ha una storia poco documentata di questo Vescovo “lontano” che si intrecciò con quella de paesino nel tardo Medio Evo, grazie ad un evento miracoloso che salvò Ficulle e la sua popolazione da un lungo ed estenuante assedio di un esercito nemico:
Ficulle, assediata da molte settimane, era ormai stremata e destinata a soccombere all’esercito nemico; scarseggiavano infatti i viveri e i soldati, che la difendevano, rimasti in pochi erano esausti e male armati.
Ma nella notte tra il 17 e il 18 Settembre, quando i nemici si preparavano a sferrare l’attacco decisivo, sulle mura di Ficulle apparvero misteriosamente centinaia di fiaccole che si muovevano, come se ci fosse ancora un numeroso esercito a difesa del paese.
Erano, invece, gli ultimi soldati che, muovendosi con fiaccole accese in una staffetta da una parte all’altra delle mura, trassero in inganno i nemici, che rinunciarono all’assedio, ritenendo troppo forte l’esercito ficullese.
Ficulle fu così salva e i suoi abitanti decisero di fare del Santo venerato in tale giorno, Sant' Eumenio, il patrono del paese.
Speech Bubble
Oggi per ricordare questo leggendario evento, i giovani dei rioni, la vigilia della festa, corrono la Staffetta di Sant' Eumenio: i vincitori si aggiudicano il Palio.
Sempre in occasione di questa festa, ogni anno nella piazza del paese si realizza la “Parata delle Morti Secche “.
Questa usanza ha origini agricole molto antiche: i nonni ci hanno raccontato che, in passato, nel mese di Settembre, i contadini faticavano molto nei campi, perché raccoglievano vari prodotti che rappresentavano il cibo per il lungo inverno sia per le persone che per gli animali.

Speech Bubble
I BAMBINI AL LAVORO
Thought Bubble
PrevNext