Book Creator

L' Impressionismo

by Dario Lo Presti

Cover

Loading...
Loading...
L'IMPRESSIONISMO
INDICE
1. PRIMA DELL'IMPRESSIONISMO

2. 1859 - 1874. GLI INIZI E IL PRE-IMPRESSIONISMO

3. LA SCUOLA DI BARBIZON

4. I FUTURI IMPRESSIONISTI E IL SALON

5. CHE COS'E' L'IMPRESSIONISMO

6. LA PITTURA EN PLEIN AIR

7. L'ATTIMO FUGGENTE

8. I SOGGETTI URBANI

9. GLI ARTISTI DEL MOVIMENTO

10. LE OPERE PIU' FAMOSE

11. CONCLUSIONE
1. PRIMA DELL'IMPRESSIONISMO
Per parlare di Impressionismo, dobbiamo prima ricostruire i movimenti che lo hanno preceduto. In Francia, intorno alla metà dell’800 nasce il Realismo, un movimento artistico che si basa su un’osservazione diretta e impietosa della realtà umana, fatta di progresso ma anche di ingiustizie. Tale corrente assume in filosofia il nome di Positivismo e in letteratura di Naturalismo. Il pittore Gustave Courbetprimo e più importante rappresentante del Realismo, si dedica soprattutto a soggetti che nel pensiero dominante dell’epoca sono considerati di poca importanza o persino disdicevoli. La sua opera più celebre è la scena di un funerale ambientata nel proprio paese natale, Ornans. I critici non approvano questo dipinto soprattutto perché Courbet utilizza una tela molto grande, un formato adatto a una scena di battaglia, all’incoronazione di un imperatore, insomma a un soggetto di “grande storia”. Courbet è un innovatore, ma a quell'epoca le sue novità non vengono comprese e accettate.
Gustave Courbet, Funerale ad Ornans, 1849-50
2. 1859 - 1874,GLI INIZI. Il PRE-IMPRESSIONISMO
La prima significativa rottura con il passato nella paesaggistica risale ai pittori inglesi John Constable e William Turner, che rinunciarono alla rappresentazione di paesaggi romantici e adottando la semplicità il primo e l'istantaneità il secondo aspetti che successivamente caratterizzarono i lavori degli impressionisti.  In Francia anche i paesaggi dipinti da Camille Corot ruppero con la tradizione, tanto che furono rifiutati al Salon del 1843. Egli fu poi direttamente legato agli impressionisti, dando lezioni alle sorelle Berthe e Edma Morisot e a Camille Pissarro negli anni 1860, facendo sentire la sua influenza in tutto il gruppo. 
John Constable, Il carro di fieno, 1821
William Turner, La valorosa Téméraire, 1838-39
2. 1859 - 1874,GLI INIZI. Il PRE-IMPRESSIONISMO
Gli impressionisti fecero riferimento anche ad alcuni paesaggisti della generazione precedente, tra cui Thèodore Rousseau e Jean Francois Millet, pittori della Scuola di Barbizon che utilizzavano colori accesi e dipingevano in maniera veloce, la cui influenza è visibile nei primi dipinti che i futuri impressionisti esposero al Salone.
Theodore Rousseau, Ritratto di Nadar
1855-59
Jean Francois Millet, Ritratto di Nadar
1854-60
3. LA SCUOLA DI BARBIZON
Mentre Courbet sfida le istituzioni, un gruppo di pittori innamorati della natura sceglie di vivere lontano dal caos di Parigi e si rifugia nel paesino di Barbizon, vicino alla foresta di Fontainbleau.
Camille CorotFrancois MilletThéodore Rousseau, per dirne solo alcuni, si immergono totalmente in questo spazio incontaminato e dipingono nei loro quadri alberi, prati, greggi, contadini e pastori. Tutto quello che osservano, con amore e dedizione, lo disegnano sul quadro senza trascurare i dettagli più umili, il disegno di una corteccia, di una foglia, di un ramo.
Camille Corot
Ponte di Narni, Olio su tela, 34 x 48 cm, 1826, Museo del Louvre, Parigi
J.F.Millet
Le spigolatrici,Olio su tela, 83,5 x 111 cm, 1857, Musée D'Orsay, Parigi
T. Rousseau
Albero di quercia, Olio su tela, Museo del Louvre, Parigi
PrevNext