Book Creator

Pinocchio

by Maria Di Vita

Pages 2 and 3 of 14

Pinocchio
Storia di un burattino
Loading...
C'era una volta un falegname di nome

Geppetto. Aveva costruito un burattino di
legno e l'aveva chiamato Pinocchio.

"Come sarebbe bello se fosse un
bambino vero!" sospirò quando
finì di dipingerlo.
Loading...
Loading...
Loading...
Quella notte, una buona fatina esaudì il suo
 desiderio. "Destati, legno inanimato, la vita io ti ho donato!"
esclamò toccando Pinocchio con la bacchetta magica.
"Pinocchio, dimostrati bravo, coraggioso, disinteressato," disse
la Fata, "e un giorno sarai un bambino vero!"
Poi, rivolta al Grillo Parlante: "Io ti nomino
guida e consigliere di Pinocchio," aggiunse prima di
svanire tra mille bagliori di luce.
Figurarsi la gioia di Geppetto quando scoprì che il suo omettino
di legno poteva muoversi e parlare!
La mattina dopo lo mandò
a scuola. "Addio figliolo, torna presto!" Pinocchio,
disubbidiente, andò invece da 
Mangiafuoco, un
burattinaio che promise di renderlo famoso.
Si
divertì molto a cantare e ballare con le altre
marionette. Ma, finito lo spettacolo, Mangiafuoco
lo chiuse in una gabbia. 
All'improvviso, ecco
apparire la Fata Azzurra: "Perchè non sei andato
a scuola?" gli chiese. Pinocchio rispose con una
bugia e subito il suo naso cominciò a crescere... 
 Solo quando disse la verità, la Fata lo liberò e il naso
ritornò normale. Tornando a casa, Pinocchio vide
una diligenza carica di ragazzi festanti. 
PrevNext