Book Creator

Il nostro percorso di Quaresima

by Scuola Don Comelli

Pages 4 and 5 of 15

Il nostro percorso di Quaresima
Scuola dell'Infanzia - Primaria - Secondaria Don Comelli
Prima settimana di Quaresima
Le tentazioni di Gesù nel deserto
Subito dopo lo Spirito lo sospinse nel deserto e vi rimase quaranta giorni, tentato da satana; stava con le fiere e gli angeli lo servivano.
Dopo che Giovanni fu arrestato, Gesù si recò nella Galilea predicando il vangelo di Dio e diceva: «Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino; convertitevi e credete al vangelo». (Mc 1,12-15)
Puoi fidarti. Abbi fiducia!
Dio ti è vicino nelle scelte difficili della vita.
L'albero del melo è il simbolo di chi ha fiducia
Mi fido del mio compagno quando insieme giochiamo con il mio gioco.
Rounded Rectangle
Pietro - Scuola dell'Infanzia
Ho iniziato ad essere felice in questa scuola quando mi sono fidato dei miei compagni e delle mie maestre.
Rounded Rectangle
Filippo - Scuola Primaria
Dio ti è vicino nei momenti di difficoltà. Quando ho letto questa frase, ho pensato che ho due papà: il mio e Dio. 
Loro mi aiuteranno a migliorare la mia vita.
Rounded Rectangle
Matteo - Scuola Secondaria
Loading...
Seconda settimana di Quaresima
Loading...
La trasfigurazione di Gesù sul monte Tabor
Loading...
Loading...
In quel tempo, Gesù prese con sé Pietro, Giacomo e Giovanni e li condusse su un alto monte, in disparte, loro soli.
Fu trasfigurato davanti a loro e le sue vesti divennero splendenti, bianchissime: nessun lavandaio sulla terra potrebbe renderle così bianche. E apparve loro Elia con Mosè e conversavano con Gesù. Prendendo la parola, Pietro disse a Gesù: «Rabbì, è bello per noi essere qui; facciamo tre capanne, una per te, una per Mosè e una per Elia». Non sapeva infatti che cosa dire, perché erano spaventati. Venne una nube che li coprì con la sua ombra e dalla nube uscì una voce: «Questi è il Figlio mio, l'amato: ascoltatelo!». E improvvisamente, guardandosi attorno, non videro più nessuno, se non Gesù solo, con loro.
Mentre scendevano dal monte, ordinò loro di non raccontare ad alcuno ciò che avevano visto, se non dopo che il Figlio dell'uomo fosse risorto dai morti. Ed essi tennero fra loro la cosa, chiedendosi che cosa volesse dire risorgere dai morti.
(Mc 9,1-9)
Loading...
Ascolta e vedrai! L’ascolto apre gli occhi, la mente ed il cuore e aiuta a comprendere ciò che altrimenti sarebbe incomprensibile.
Loading...
L'acero è il simbolo di chi sa ascoltare
Loading...
Loading...
Io imparo ad ascoltare il nostro amico Gesù.
Rounded Rectangle
Loading...
Nicolò - Scuola dell' Infanzia
Loading...
Il nostro cuore, se lo ascoltiamo, ci indica la strada giusta.
Rounded Rectangle
Loading...
Rachele - Scuola Primaria
Loading...
Noi dobbiamo aprirci a Dio perché lui ci ascolterà sempre e dobbiamo impegnarci ad ascoltarlo come lui fa con noi.
Rounded Rectangle
Loading...
Asia - Scuola Secondaria
Terza settimana di Quaresima
Gesù caccia i venditori del tempio
“Portate via di qui queste cose e non fate della casa del Padre mio un mercato!”
 (Gv 2,13-25)
Sii autentico! Abbi il coraggio di essere sempre te stesso e non temere il giudizio degli altri quando si tratta di difendere ciò che ritieni giusto.
La borragine è il simbolo di chi ha coraggio
Il coraggio è affrontare le paure e gli ostacoli.
Rounded Rectangle
Alessandro - Scuola dell' Infanzia
Il coraggio 
ti fa dire la verità.
Rounded Rectangle
Maria - Scuola Primaria
Dio mi ha dato il coraggio di essere me stessa e di combattere per ciò che ritengo giusto.
Rounded Rectangle
Vittoria - Scuola Secondaria
Quarta settimana di Quaresima
L'incontro con Nicodemo
Dio infatti ha tanto amato il mondo da dare il suo Figlio unigenito, perché chiunque crede in lui non muoia, ma abbia la vita eterna. Dio non ha mandato il Figlio nel mondo per giudicare il mondo, ma perché il mondo si salvi per mezzo di lui. Chi crede in lui non è condannato; ma chi non crede è già stato condannato, perché non ha creduto nel nome dell'unigenito Figlio di Dio.
E il giudizio è questo: la luce è venuta nel mondo, ma gli uomini hanno preferito le tenebre alla luce, perché le loro opere erano malvagie. Chiunque infatti fa il male, odia la luce e non viene alla luce perché non siano svelate le sue opere. Ma chi opera la verità viene alla luce, perché appaia chiaramente che le sue opere sono state fatte in Dio. (Gv 3,14-21)
Lasciati rischiarare! Coltiva la speranza! Gesù è luce che illumina le notti più buie. Dio non ti lascia solo! Lo ha dimostrato donandoci suo figlio Gesù.
Il mandorlo è il simbolo di chi ha speranza
Io spero che tutti stiano bene.
Rounded Rectangle
Irene - Scuola dell' Infanzia
La speranza di tornare presto a scuola.
Rounded Rectangle
Gli alunni della classe Prima -
Scuola Primaria
Per me la speranza è un pensiero che serve per restare ottimisti e per coltivare i propri sogni e a raggiungerli senza mai fermarsi.
Rounded Rectangle
Jan - Scuola Secondaria
Quinta settimana di Quaresima
Il chicco di frumento 
“Se il chicco di grano caduto a terra non muore, rimane solo; se invece muore, produce frutto” 
(Gv 12,20-33)      
PrevNext